La vetrina di 80mq

Sempre aggiornata con ultime uscite e testi di autori emergenti

L'inaugurazione della nuova sede con il concerto dei Ballads

La piccola libreria 80mq offre ampio spazio alla musica indipendente

Corteo contro la Centrale a Biomasse

Sempre in difesa dei beni comuni, l'Agro Caleno si difende

Blog

AMMUINAMM’ ‘STU PAESE: un premio letterario per autori emergenti promosso da 80mq e finanziato dalla tavola valdese

        

In 7 anni di attività la Piccola Libreria 80mq ha messo radici forti su un territorio difficile per l’associazionismo, operando con dedizione per quei valori artistici e culturali che a stento riescono a rimanere in piedi, oltre che cercando con l’aiuto di chi ci segue di ampliare il nostro spazio sociale.

Nonostante le tante difficoltà, negli anni crediamo di aver raggiunto ottimi risultati.

Siamo riusciti a lavorare su molti fronti, tra cui ci piace sempre ricordare l’attivismo con la Rete Archeocales, con lo scopo di valorizzare un patrimonio archeologico del nostro territorio di inestimabile valore, e il sostegno al Comitato per l’AgroCaleno: no centrale a biomasse, che ci ha portato a crescere sulle tematiche ambientali e di difesa del territorio.

Due anni fa, con l’ aiuto della Tavola Valdese siamo riusciti ad ampliare la nostra biblioteca (libera gratuita e aperta a tutti), a rendere lo spazio multimediale più ricco per cercare di valorizzare al meglio ogni forma di cultura che va dal teatro al cinema e alla musica.logo-png1

La Tavola Valdese, infatti, ogni anno sceglie di destinare l’otto per mille raccolto in opere sociali, culturali e assistenziali, promuovendo l’uso di questi fondi al fine di incrementare le esperienze associative.

In questi giorni ci è stato comunicato che il Laboratorio 80mq, dopo aver risposto al bando del 2016, riceverà nuovamente un finanziamento per un nuovo progetto, sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese (Unione delle Chiese Valdesi e Metodiste).

Alla luce di ciò tutti noi attivisti di 80mq non possiamo che ringraziare nuovamente la Tavola Valdese per la fiducia e l’appoggio e rendere quindi pubblica la notizia del finanziamento di 10000,00 euro; questi fondi saranno destinati alla realizzazione del progetto “SOLO PER CULTURA: AMMUINAMM’ ‘STU PAESE”, quest’ultimo avrà il fine di creare un expo del libro che vedrà protagonisti scrittori emergenti della Campania con l’obiettivo di promuovere la cultura locale in una delle sue forme d’espressione quale la scrittura; a gennaio pubblicheremo un bando per un premio letterario e i libri vincitori avranno la possibilità di essere pubblicati presso la casa editrice Marotta&Cafiero.

Il progetto darà spazio anche ad altre sfaccettature della cultura dando libero sfogo agli artisti locali nell’ideare installazioni permanenti nel paese di Calvi Risorta tenendo fede ai temi che verranno presentati.

Ci preme sottolineare, infine, che faremo il possibile perché l’utilizzo di tali fondi venga fatto nella totale trasparenza, rendendo conto a tutti di come verranno investiti.

Le Attiviste e gli Attivisti del Laboratorio 80mq



Campagna Tesseramento 2017 – Piccola Libreria 80mq

        

Un altro anno è trascorso per la Piccola Libreria 80mq e come di consueto comincia la Campagna Tesseramento per l’anno 2017.

La Piccola Libreria 80mq è uno spazio di libera espressione, curata dal Laboratorio socio-politico-culturale 80mq, dove cercare continuo confronto per discutere di cultura, musica, arte, temi politici e sociali.

L’anno che sta per concludersi ha visto la libreria impegnata, come da 7 anni ormai, su vari fronti e su tutto il territorio caleno. Primo fra tutti la collaborazione con la Rete Archeocales, con la quale abbiamo condiviso la realizzazione di visite guidate teatralizzate nell’antica Cales per la valorizzazione del nostro territorio e della nostra storia. Non può mancare l’impegno sociale, insieme alle altre associazioni calene con le quali è nato il progetto Associamoci che ha visto la sua massima espressione nella serata organizzata per la raccolta fondi in aiuto delle popolazioni colpite dal terremoto del centro Italia. Continua infine l’impegno nella difesa dell’ambiente, in condivisione con il Comitato contro la centrale a biomasse, per la bonifica dell’area Ex Pozzi. Tante altre le attività svolte dagli attivisti della Piccola Libreria 80mq come LIBrERiAZIONE o il Mercatino di Natale delle Economie Etiche&Sostenibili, ma anche tante presentazioni, dibattiti, concerti e altro ancora.

Per continuare ad esistere abbiamo bisogno anche di tutti voi! Per aiutarci è possibile sottoscrivere la tessera 2017, per garantire continuità alle attività associative, sostenendoci economicamente con un piccolo contributo annuale, a scelta tra 20 € o 10 €, in base alle proprie disponibilità.

Ricordiamo che per la partecipazione alla vita associativa basta la sola presenza alle assemblee settimanali, indipendentemente dal possesso della tessera.

Sarà possibile sottoscrivere o rinnovare la propria tessera recandosi presso la Piccola Libreria 80mq dal giovedì al sabato dalle 17 alle 19.30.

Abbiamo messo radici… aiutaci a renderle più solide!tessera-2017



1.920 volte … GRAZIE !!!

        

La rete di associazioni calene, ASSOCIAMOCI, ringrazia pubblicamente il popolo caleno e tutte le persone che hanno contribuito alla raccolta fondi in favore delle popolazioni terremotate del centro Italia.14330105_1823905937840763_6344781249849559317_n
La somma raccolta, pari a 1.920 euro, è il frutto della sinergia tra associazioni, singoli cittadini ed esercizi commerciali che hanno messo in moto, con successo, la macchina della solidarietà a Calvi Risorta.
Tale cifra è stata devoluta al Comune di Amatrice, promotore del progetto ADOTTA UN’OPERA [http://www.comune.amatrice.rieti.it/adotta-unopera/], iniziativa sostenuta e finanziata dalle tante donazioni arrivate da tutta Italia.
L’opera che abbiamo “adottato” è il nuovo ospedale di Amatrice, che verrà costruito in sostituzione del vecchio ospedale irrimediabilmente danneggiato dal terremoto, dotato di pronto soccorso, sale operatorie e degenza.
In calce la copia del bonifico effettuato e la lettera inviata alle popolazioni colpite dal sisma, scritta in occasione dell’evento “Associamoci per il centro Italia” dello scorso 17 settembre.
Carissimi amici, vi chiederete chi siamo.
Abitiamo in una zona dell’alto casertano (Calvi Risorta), l’agrocaleno, un territorio che prende il nome da Cales, un’antica città di origini ausoni che tra i suoi abitatori ha visto anche gli Etruschi e successivamente i Romani, dei quali si conservano monumenti tipici di quel periodo.
Ci caratterizziamo per un notevole numero di associazioni di volontariato che operano nel sociale, nella valorizzazione del patrimonio culturale, nella prevenzione di gravi patologie, nello sport, nella ricerca del buon cibo e, tutte insieme, abbiamo costituito una rete, cui abbiamo dato il nome: ASSOCIAMOCI.
Ecco … Associamoci vuole essere solidale con tutti voi e, senza scadere nella retorica spicciola, possiamo solo immaginare il dolore per i tanti lutti, le privazioni dettate dallo stato di emergenza, il disappunto nel guardarsi intorno e vedere le proprie memorie nascoste da un cumulo di macerie.
La nostra è una voce corale, sincera, amica che con voi vuole solidarizzare per attenuare – solo attenuare – questi momenti tristi che state vivendo.
Per voi abbiamo organizzato serate solidali per raccogliere fondi da recapitarvi e, nelle quali, oltre a offrire la vostra “Amatriciana”, abbiamo voluto riflettere sul perché continuiamo a piangere morti, perché non ci sono politiche serie di rispetto del territorio, perché l’affarismo, la speculazione, l’arricchimento illecito imperano sovrani, perché la politica del bla bla bla è diventata virale.
In tutti noi è maturata la convinzione che è ormai giunto il tempo di un terremoto delle coscienze che scuota chi ci governa e noi stessi a fare piazza pulita degli abusivismi conclamati e pretendere che la cultura della prevenzione del rischio diventi una priorità, a tutti i livelli.
Tante le realtà che per voi stanno profondendo energie per un aiuto concreto affinché le vostre sofferenze siano meno atroci, ma sono energie impiegate nel dopo. Noi, voi e tutti gli altri dobbiamo profondere queste energie sul prima, altrimenti saremo costretti a versare altre lacrime e auscultare altre pietre.
Per adesso possiamo soltanto offrirvi il nostro impegno solidale, vogliate accettarlo come promessa di un domani che non dobbiamo regalare al fato e alla rassegnazione ma alla decisa volontà di riscatto, lo dobbiamo agli immani disagi che state vivendo, lo dobbiamo ai vostri morti.
Con affetto
ASSOCIAMOCI
14691304_1284695894888452_4297817717017718254_o


LA PICCOLA LIBRERIA 80MQ CHIUDE PER FERIE

        

chiuso-per-ferieTempo di ferie anche per gli attivisti di 80mq.

La Piccola Libreria 80mq resterà chiusa per ferie per tutto il mese di Agosto e le prime settimane di Settembre.

Auguriamo a tutti una buona estate e del sano riposo per riprendere da settembre tutte le attività sociali, politiche e culturali.

per info o contatti: info@piccolalibreria80mq.it, piccolalibreria80mq@yahoo.it



MORIRE DI LEGALITÀ: A CALVI RISORTA SI PUÒ

        

A Calvi Risorta la questione TARI sta diventando un tema caldissimo. Tantissime persone stanno ricevendo avvisi di pagamento con somme stratosferiche, spesso quasi disumane.
Alla lista di chi ha subito richieste di pagamento assurde si aggiunge anche la Piccola Libreria 80mq che per l’anno 2016 ha ricevuto un bollettino con una somma prossima a 500 euro (nell’anno 2015 erano dovuti 250 €, quindi si parla di un aumento del 100%).
Come mai 500 euro di TARI ad un’associazione culturale? Perché nonostante la nostra sede sociale sia adibita a BIBLIOTECA, secondo il regolamento comunale di Calvi Risorta la TARI è dovuta per noi esattamente come se fossimo attività commerciale, anche se essendo associazione culturale non abbiamo alcun tipo di profitto, non abbiamo guadagni e soprattutto i rifiuti che produciamo sono praticamente prossimi a zero.
Già da diversi anni conoscevamo questa situazione, ecco perché alle ultime due amministrazioni comunali abbiamo chiesto che fosse previsto almeno una riduzione per quelle associazioni culturali che non hanno sedi fornite dall’ente pubblico. Peccato che le nostre richieste siano sempre andate inevase.
In conclusione, un’associazione culturale che non ha MAI RICEVUTO CONTRIBUTI ECONOMICI DAL COMUNE DI CALVI RISORTA, deve pagare 500 euro di TARI, mettendo quindi a serio rischio la continuità delle proprie attività.

LE ATTIVISTE E GLI ATTIVISTI DELLA PICCOLA LIBRERIA 80MQ.

2016-06-11 18.38.48





VAI ALLA PAGINA:   
«   
1   
2   
3   
4   
5   
6   
7   
8   
9   
10   
11   
12   
13   
14   
15   
16   
17   
18   
19   
20   
21   
22   
»  

Lascia un commento