La vetrina di 80mq

Sempre aggiornata con ultime uscite e testi di autori emergenti

The Fabbrica 2.0 e Fuori Catalogo alla Piccola Libreria 80mq

Musica emergente e librerie indipendenti protagoniste del format della redazione de "Il Rumore delle cose"

Corteo contro la Centrale a Biomasse

Sempre in difesa dei beni comuni, l'Agro Caleno si difende

Blog

1.920 volte … GRAZIE !!!

        

La rete di associazioni calene, ASSOCIAMOCI, ringrazia pubblicamente il popolo caleno e tutte le persone che hanno contribuito alla raccolta fondi in favore delle popolazioni terremotate del centro Italia.14330105_1823905937840763_6344781249849559317_n
La somma raccolta, pari a 1.920 euro, è il frutto della sinergia tra associazioni, singoli cittadini ed esercizi commerciali che hanno messo in moto, con successo, la macchina della solidarietà a Calvi Risorta.
Tale cifra è stata devoluta al Comune di Amatrice, promotore del progetto ADOTTA UN’OPERA [http://www.comune.amatrice.rieti.it/adotta-unopera/], iniziativa sostenuta e finanziata dalle tante donazioni arrivate da tutta Italia.
L’opera che abbiamo “adottato” è il nuovo ospedale di Amatrice, che verrà costruito in sostituzione del vecchio ospedale irrimediabilmente danneggiato dal terremoto, dotato di pronto soccorso, sale operatorie e degenza.
In calce la copia del bonifico effettuato e la lettera inviata alle popolazioni colpite dal sisma, scritta in occasione dell’evento “Associamoci per il centro Italia” dello scorso 17 settembre.
Carissimi amici, vi chiederete chi siamo.
Abitiamo in una zona dell’alto casertano (Calvi Risorta), l’agrocaleno, un territorio che prende il nome da Cales, un’antica città di origini ausoni che tra i suoi abitatori ha visto anche gli Etruschi e successivamente i Romani, dei quali si conservano monumenti tipici di quel periodo.
Ci caratterizziamo per un notevole numero di associazioni di volontariato che operano nel sociale, nella valorizzazione del patrimonio culturale, nella prevenzione di gravi patologie, nello sport, nella ricerca del buon cibo e, tutte insieme, abbiamo costituito una rete, cui abbiamo dato il nome: ASSOCIAMOCI.
Ecco … Associamoci vuole essere solidale con tutti voi e, senza scadere nella retorica spicciola, possiamo solo immaginare il dolore per i tanti lutti, le privazioni dettate dallo stato di emergenza, il disappunto nel guardarsi intorno e vedere le proprie memorie nascoste da un cumulo di macerie.
La nostra è una voce corale, sincera, amica che con voi vuole solidarizzare per attenuare – solo attenuare – questi momenti tristi che state vivendo.
Per voi abbiamo organizzato serate solidali per raccogliere fondi da recapitarvi e, nelle quali, oltre a offrire la vostra “Amatriciana”, abbiamo voluto riflettere sul perché continuiamo a piangere morti, perché non ci sono politiche serie di rispetto del territorio, perché l’affarismo, la speculazione, l’arricchimento illecito imperano sovrani, perché la politica del bla bla bla è diventata virale.
In tutti noi è maturata la convinzione che è ormai giunto il tempo di un terremoto delle coscienze che scuota chi ci governa e noi stessi a fare piazza pulita degli abusivismi conclamati e pretendere che la cultura della prevenzione del rischio diventi una priorità, a tutti i livelli.
Tante le realtà che per voi stanno profondendo energie per un aiuto concreto affinché le vostre sofferenze siano meno atroci, ma sono energie impiegate nel dopo. Noi, voi e tutti gli altri dobbiamo profondere queste energie sul prima, altrimenti saremo costretti a versare altre lacrime e auscultare altre pietre.
Per adesso possiamo soltanto offrirvi il nostro impegno solidale, vogliate accettarlo come promessa di un domani che non dobbiamo regalare al fato e alla rassegnazione ma alla decisa volontà di riscatto, lo dobbiamo agli immani disagi che state vivendo, lo dobbiamo ai vostri morti.
Con affetto
ASSOCIAMOCI
14691304_1284695894888452_4297817717017718254_o


LA PICCOLA LIBRERIA 80MQ CHIUDE PER FERIE

        

chiuso-per-ferieTempo di ferie anche per gli attivisti di 80mq.

La Piccola Libreria 80mq resterà chiusa per ferie per tutto il mese di Agosto e le prime settimane di Settembre.

Auguriamo a tutti una buona estate e del sano riposo per riprendere da settembre tutte le attività sociali, politiche e culturali.

per info o contatti: info@piccolalibreria80mq.it, piccolalibreria80mq@yahoo.it



MORIRE DI LEGALITÀ: A CALVI RISORTA SI PUÒ

        

A Calvi Risorta la questione TARI sta diventando un tema caldissimo. Tantissime persone stanno ricevendo avvisi di pagamento con somme stratosferiche, spesso quasi disumane.
Alla lista di chi ha subito richieste di pagamento assurde si aggiunge anche la Piccola Libreria 80mq che per l’anno 2016 ha ricevuto un bollettino con una somma prossima a 500 euro (nell’anno 2015 erano dovuti 250 €, quindi si parla di un aumento del 100%).
Come mai 500 euro di TARI ad un’associazione culturale? Perché nonostante la nostra sede sociale sia adibita a BIBLIOTECA, secondo il regolamento comunale di Calvi Risorta la TARI è dovuta per noi esattamente come se fossimo attività commerciale, anche se essendo associazione culturale non abbiamo alcun tipo di profitto, non abbiamo guadagni e soprattutto i rifiuti che produciamo sono praticamente prossimi a zero.
Già da diversi anni conoscevamo questa situazione, ecco perché alle ultime due amministrazioni comunali abbiamo chiesto che fosse previsto almeno una riduzione per quelle associazioni culturali che non hanno sedi fornite dall’ente pubblico. Peccato che le nostre richieste siano sempre andate inevase.
In conclusione, un’associazione culturale che non ha MAI RICEVUTO CONTRIBUTI ECONOMICI DAL COMUNE DI CALVI RISORTA, deve pagare 500 euro di TARI, mettendo quindi a serio rischio la continuità delle proprie attività.

LE ATTIVISTE E GLI ATTIVISTI DELLA PICCOLA LIBRERIA 80MQ.

2016-06-11 18.38.48



Un grande successo la settima edizione di LIBrERiAZIONE

        

Terminata questa settima edizione di LIBrERiAZIONE sentiamo la necessità di fare un breve bilancio.

Nonostante il rinvio a causa della pioggia dal 24 Aprile al 4 Giugno, questa edizione è stata una delle più ricche di contenuti.13315650_10208652514384410_872541968059604860_n

Come sempre, il perno della giornata è stato l’Antifascismo, inteso come coscienza individuale che tutti dobbiamo coltivare grazie alla memoria e alla difesa dei principi di libertà e uguaglianza.

Come da tradizione la giornata è stata divisa in un momento culturale pomeridiano e un momento di festa la sera.

Il pomeriggio in libreria si è svolto un incontro che ha ricostruito gli eventi bellici che colpirono Calvi Risorta nell’ottobre del 1943. In particolare, grazie ad un lavoro di recupero di testimonianze orali a cura dello storico Lorenzo Izzo, sono13307269_10208652504824171_7196496835982245292_n state illustrate le cosiddette “cinque giornate di Calvi, periodo in cui le razzie dei tedeschi in fuga e le bombe degli alleati alle porte, fecero diversi morti tra la popolazione calena. Izzo, con un attento lavoro, ha ricostruito passo dopo passo ogni istante di quei tragici giorni. Lo storico ha, infine, raccontato la storia di G. I. Joe, il piccione viaggiatore che, nell’ottobre del 1943, salvò la vita a migliaia di militari inglesi e decine di cittadini caleni che scamparono alla morte per fuoco amico causato da errate mappature del territorio. Proprio circa la storia del piccione G.I. Joe, che fu insignito della medaglia al valore dal Regno Unito, Izzo ci ha proposto per il prossimo anno di chiederne il ritorno della salma a Calvi Risorta, qui dove il suo atto di eroismo ha salvato le tantissime vite.presentazione (5)

All’esterno della libreria, durante tutta la manifestazione, sono state esposte le foto provenienti dal “N.A.R.A. Washington” e dall’Imperial Museum di Londra che mostrano Calvi Risorta, e gli altri paesi dell’Agro Caleno, subito dopo l’arrivo degli inglesi.

In serata la musica è diventata protagonista con un tradizionale concerto che offriamo a tutti coloro ci seguono da anni: in largo Benedetto D’Innocenzo (antifascista caleno), dalle 21 hanno calcato il palcoscenicotorta (1) la rock band calena I rami negli occhi e i Blue Staff, la celebre blues band napoletana, tra le più longeve nel panorama italiano. Proprio i Blue Stuff hanno coinvolto il pubblico per quasi due ore, non sono mancate improvvisate con partecipazioni esterne, tra cui quella col batterista caleno Gino Izzo.

Anche questa settima edizione di LIBrERiAZIONE è, quindi, terminata lasciandoci pienamente soddisfatti, per il lavoro svolto e per il generoso riscontro dato dal pubblico. Vi diamo appuntamento ai prossimi eventi, ringraziando le tante persone che ci hanno aiutato nella buona riuscita dell’evento e coloro che ci seguono e che ci hanno fatto compagnia in questa lunga giornata.



LIBrERiAZIONE rimandata al 4 Giugno per pioggia

        

CAUSA MALTEMPO LIBrERiAZIONE | 7 anni in 80mq SARA’ RIMANDATA A SABATO 4 GIUGNO.

A malincuore comunichiamo che le condizioni metereologiche sono tutte avverse a noi. La giornata avrebbe preveduto il montaggio di strumentazione e la pioggia è per noi un rischio notevole che non possiamo correre per l’incolumità di tutti.
Ci abbiamo provato speravamo in un colpo di fortuna ma così non è stato, quindi siamo costretti a dover annunciare il rinvio dell’intera manifestazione al 4 giugno.

Lo spirito sarà lo stesso e la voglia ancora di più.
Appuntamento a sabato 4 giugno, stesso posto, stessa ora.

13062470_1157285470962829_2000769773614725755_n





VAI ALLA PAGINA:   
1   
2   
3   
4   
5   
6   
7   
8   
9   
10   
11   
12   
13   
14   
15   
16   
17   
18   
19   
20   
»  

Lascia un commento