il Comitato per l’Agro Caleno: NO CENTRALE A BIOMASSE

Il Comitato per l’Agro Caleno nasce nel 2013 dall’esigenza delle comunità dell’Agro Caleno di difendere il territorio dai continui attacchi che vogliono fare di queste terre un sito dove speculare con impianti di trattamento rifiuti e enerentici.

La più recente tra queste è il Biodigestore anaerobico (comunemente Centrale a Biomasse) che la società Iavazzi Ambiente indende costruire, dopo che è stata ammessa con decreto direttoriale del Ministero dello Sviluppo ad agevolazioni per un importo che ammonta a 17,200 milioni di euro, nonostante il 13 Agosto 2015 è stata raggiunta da un’informazione interdittiva antimafia, per infiltrazione mafiosa.

Dopo la minaccia scampata nella vicina Pignataro Maggiore, dove è presente una centrale a biomasse bloccata e pronta allo smantellamento, pare che sia proprio il comune di Calvi Risorta ad essere stato individuato per la realizzazione di questo genere d’impianto. Infatti, la Iavazzi s.r.l. (collegata alla Impresud s.r.l., che si occupa di smaltimento di rifiuti) intende costruire una centrale a biomasse nell’area ex-Pozzi, al confine con il comune di Sparanise e in linea d’aria vicinissima a quella di Pignataro.

Le comunità dell’Agro Caleno hanno ben chiaro che questo genere di impianti non rappresenta alcun volano tecnologico e sono anzi dannosi per la salute, infatti è altissimo il rischio che la centrale venga costruita solo per bruciare rifiuti.

Per info e contatti

Sito: Comitato AgroCaleno

Facebook: Comitato per l’Agro Caleno: No Centrale a Biomasse

Le Inchieste del comitato

Il Comitato per L’Agro Caleno porta avanti inchieste popolari per denunciare la speculazione che da decenni viene perpetrata a danni del territorio caleno. Impianti inutili costruiti con l’unico fine di lucrare sui finanziamenti pubblici (Centrale a Biomasse di Calvi Risorta e Gassificatore di Capua) e sversamenti abusivi di rifiuti da parte di imprenditori collusi (Calce Idrata di Sparanise, Cava Fabressa di Calvi Risorta, Ex Pozzi di Sparanise).

11257896_832134966871309_5427086257896401917_n12036722_883097385108400_2795155849811652426_n11025164_777445142340292_2678951370714140315_n1272665_514796601938482_301242480_o

Gli incontri di piazza e le manifestazioni

12032246_883590831725722_4740365406835591777_n 11223478_837099349708204_6593500999858952526_n 1395259_524073861010756_690849579_n 1460292_541688265915982_775391068_n 1654323_707523232665817_3891265873096381633_n 10423291_837864262965046_4669971089388422901_n

1374794_630562857007426_819602168_n 10273825_627501817334626_8218161420689915112_n