La vetrina di 80mq

Sempre aggiornata con ultime uscite e testi di autori emergenti

L'inaugurazione della nuova sede con il concerto dei Ballads

La piccola libreria 80mq offre ampio spazio alla musica indipendente

Corteo contro la Centrale a Biomasse

Sempre in difesa dei beni comuni, l'Agro Caleno si difende

Blog

La chiesa valdese finanzia il laboratorio 80mq, in arrivo una valanga di… libri, di idee, di emozioni!

        

In questi ultimi 5 anni la Piccola Libreria 80mq è diventata una realtà consolidata, operante sul territorio caleno con l’obiettivo di costruzione di uno spazio sociale per tutti e fatto da tutti.
Nonostante le tante difficoltà, crediamo di essere riusciti in questo scopo con discreti risultati.
Questo è stato possibile grazie a tutte quelle persone che hanno creduto nel progetto 80mq, dagli attivisti ai simpatizzanti fino a chi sosteneva e sostiene il laboratorio con propri contributi.
Grazie a tutti questi elementi e all’incessante lavoro degli attivisti, col passare del tempo siamo riusciti ad offrire al territorio una biblioteca totalmente gratuita, uno spazio di vendita libri con sconti che li rendessero accessibili a tutti e un laboratorio socio politico culturale che ha creato una sala di libera espressione, sponsorizzando attività culturali e ricreative che spaziano dal teatro, al cinema e musica. Inoltre sempre crescente è stato l’impegno politico e civile che ci ha visti protagonisti attivi in campagne di tutela e rilancio del territoro.
In questi giorni e in maniera assolutamente inaspettata, ci è stato comunicato che la il Laboratorio 80mq, dopo aver risposto al bando l’anno scorso, riceverà un finanziamento per il progetto “un libro per tutti” sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese (Unione delle Chiese Valdesi e Metodiste).
La Tavola Valdese, infatti, ogni anno sceglie di destinare l’otto per mille raccolto in opere sociali, culturali e assistenziali, senza che un solo euro venga destinato al culto e quindi promuovendo un uso di tali fondi a sostegno di uno sviluppo delle esperienze associative e di economia sociale.
Alla luce di ciò tutti noi attivisti di 80mq non possiamo che ringrazia la Tavola Valdese e rendere quindi pubblica la notizia del finanziamento di 9600 euro; questi fondi in maggioranza saranno destinati all’acquisto di libri per rinforzare e ampliare la biblioteca con classici senza tempo ed ultime uscite, e in più si punterà a rendere la sede dell’associazione, in via Garibaldi a Calvi Risorta, un luogo multimediale e interamente gratuito, con computer, stampanti e supporti audio video finalizzati all’ utilizzo di chiunque voglia usufruirne.
Tutto contornato dal nuovo aspetto che assumerà la libreria, diventando anche luogo di intrattenimento dove sarà possibile leggere un buon libro degustando prodotti alimentari derivanti dai beni espropriati alla camorra.
Ci preme sottolineare in fine che faremo il possibile perchè l’utilizzo di tali fondi venga fatto nella totale trasparenza, rendendo conto a tutti di come saranno investiti.



Dall’Ambiente al Lavoro. L’Agro Caleno si difende su tutti i fronti: sabato 18 Ottobre con i lavoratori della Nuroll

        

Lo ripetiamo da molto, è più di un decennio che il nostro territorio vive un attacco continuo su troppi fronti: dal punto di vista ambientale c’è il pericolo delle centrali a biomasse, delle discariche e di tutti quegli impianti con cui si mettono i profitti di privati sopra l’opportunità di vivere una vita sana; inoltre la crisi delle infrastrutture che vede sparire ospedali, scuole, piscine e biblioteche, ovvero quelle strutture che nei decenni scorsi sono state un vanto per il territorio; la crisi della politica, che ha dato spazio ad usurpatori e opportunisti, gente che brama potere per fare solo i propri interessi.
Infine c’è la peggiori di tutte: la crisi occupazionale, ovvero la crisi del lavoro. In un territorio che 100 anni fa era fatto di agricoltura e pascoli, 50 anni fa le industrie provenienti da oltre regionale hanno iniziato a costruire dal nulla i propri stabilimenti, portando ad uno sviluppo occupazione repentino che ha garantito una costante crescita delle ricchezze familiari e quindi anche un incremento demografico. Ma tutto questo è durato solo fino a qualche decennio fa.
Ora che, per queste aziende, risulta più complesso adoperarsi per investire in questo territorio, uno dopo l’altro, tutti questi imprenditori illuminati scelgono la via per loro più semplice, spostando altrove le proprie produzioni, lasciando centinaia o forse migliaia di persone senza lavoro, spesso in un’età in cui è ancora più difficile trovare un’alternativa. Questo è l’ennesimo esempio di come si sia fatto del nostro ricco territorio un semplice prodotto “usa e getta”, da sfruttare e depauperare fino al midollo, fin quando conviene.
A tutto questo dobbiamo opporci, perché il territorio è nostro, di chi ci vive e lavora e non di chi intende speculare momentaneamente e poi va via. Per impedire tutto ciò invitiamo quindi a partecipare sabato 18 ottobre 2014 alla mobilitazione messa in cantiere dagli operai della Nuroll di Pignataro Maggiore, per opporsi al licenziamento di 25 lavoratori, avviato con la momentanea messa in mobilità già dal mese di settembre.
Questa è la lotta di chi difende il territorio dagli impianti inquinanti, di chi cerca di dare un senso alla parola “Politica”, di chi lotta contro l’abbandono dei nostri comuni, questa è la lotta di tutti, per questo non possiamo mancare.

le Attiviste e gli Attivisti di 80mq



Riprendono le attività della Piccola Libreria 80mq

        

Dopo la sosta estiva riprendono le attività del Laboratorio 80mq. I mesi scorsi non ci hanno visto comunque fermi, infatti, siamo stati parte integrante di progetti per la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio storico culturale di Calvi Risorta: siamo stati impegnati nel progetto “Cales da riscoprire”, culminato nella piacevolmente affollata visita guidata teatralizzata dello scorso 29 Agosto, abbiamo partecipato, insieme alla pro loco Cales Novi, alla realizzazione di “LiberArte in villa 2014” e continuiamo ad essere attivi nel comitato “No biomasse” contro lo sciagurato progetto del gruppo Iavazzi di installare una centrale a biomasse sul territorio caleno. Da oggi riprendiamo i normali turni di apertura al pubblico. Pertanto, invitiamo chiunque volesse ordinare un libro, iniziare un percorso di conoscenza con noi o, semplicemente, visitare la nostra sede, a venire a trovarci nei consueti orari di apertura (dal giovedì al sabato, dalle 17 alle 19:30).



CHIUSURA ESTIVA DAL 28 LUGLIO AL 31 AGOSTO

        

Tempo di ferie anche per gli attivisti di 80mq.

La Piccola Libreria 80mq resterà chiusa dal 28 Luglio al 31 Agosto per le ferie estive.

Auguriamo a tutti una buona estate e del sano riposto per riprendere da settembre tutte le attività sociali, politiche e culturali.

per info o contatti: info@piccolalibreria80mq.it



80mq sulle elezioni amministrative a Calvi Risorta

        

Cari concittadini,

come ben sapete il 25 maggio ci saranno le elezioni per rinnovare il consiglio comunale di Calvi Risorta. In sede di campagna elettorale sono tante le cose che si sentono dire ed è per questo che noi attivisti della Piccola Libreria 80mq abbiamo ritenuto doveroso fare questo comunicato.

Il nome della Piccola Libreria 80mq è da sempre legato a filo diretto con quello dell’Agro Caleno; ci battiamo per la diffusione della cultura, per la difesa del territorio, i nostri valori fondanti sono la condivisione e la partecipazione.

Sono ormai 5 anni che lavoriamo sul territorio caleno e non abbiamo mai rinunciato alla nostra identità, mai siamo scesi a compromessi e mai lo faremo; rivendichiamo la nostra indipendenza con la ferma condanna a chiunque  voglia strumentalizzare il nome di 80mq. L’unica cosa che ci sta a cuore è il destino del nostro territorio, troppo spesso stuprato nell’anima e nei contenuti da frasi fatte, da chi ha promesso e mai mantenuto, con paroloni ad effetto puntualmente pronunciati ad ogni tornata elettorale.

Il nostro è un modello di sviluppo diverso e sostenibile che vede i luoghi, le tradizioni, l’ambiente, la memoria storica al centro del nostro modo di intendere Calvi Risorta. 80mq nasce e vive per questo obiettivo, consci delle molteplici difficoltà affrontate e di quelle che ancora dovranno venire, ma forti del sostegno della gente e di quanti hanno collaborato e collaborano tutt’ora con il laboratorio 80mq. E’ proprio in quest’ottica che siamo pronti ad un continuo e proficuo confronto con chi amministra e amministrerà Calvi Risorta; riteniamo il dialogo e la partecipazione strumenti essenziali nella gestione della cosa pubblica, troppo spesso appannaggio dei pochi soliti noti.

La nostra associazione è fatta di persone libere, ciascuno andrà al voto secondo coscienza, ma non permettiamo a nessuno di accusarci di essere schierati con questa o quella parte politica/elettorale. Accusateci, se volete, di essere schierati dalla parte della Cultura, la cui culla è il territorio che viviamo, valorizziamo e difendiamo con i denti tutti i giorni e i nostri “elettori” sono le persone che ci sostengono e ci aiutano a continuare a credere in questo nostro grande sogno!

I ragazzi e le ragazze della Piccola Libreria 80mq





VAI ALLA PAGINA:   
«   
1   
2   
3   
4   
5   
6   
7   
8   
9   
10   
11   
12   
13   
14   
15   
16   
17   
18   
19   
20   
21   
22   
»  

Lascia un commento