La vetrina di 80mq

Sempre aggiornata con ultime uscite e testi di autori emergenti

L'inaugurazione della nuova sede con il concerto dei Ballads

La piccola libreria 80mq offre ampio spazio alla musica indipendente

Corteo contro la Centrale a Biomasse

Sempre in difesa dei beni comuni, l'Agro Caleno si difende

Blog

In conclusione del primo appuntamento con Pierluigi Tortora (comunicato stampa)

        

Picture

Quello di domenica sera è stato un successo di cui nessuno dubitava, merito principalmente del regista/attore Pierluigi Tortora e in parte anche degli organizzatori, i ragazzi della Piccola Libreria 80mq. Il monologo “Giuseppina una donna del sud”, frutto dei racconti di Peppenella, nonna dell’attore, sui fatti e le persone che l’hanno accompagnata lungo tutto la sua vita, era il connubio perfetto tra il tragico e il comico. La storia di una donna che ha vissuto il XX secolo, tra il dolore della guerra e i piaceri della vita vissuta tra le persone a cui ha sempre voluto bene.
Un palco vuoto al cui centro l’attore riusciva a trasmettere a pieno le emozioni del personaggio che interpretava, tanto da riuscire a trasportare il numeroso pubblico all’interno delle scene che ricreava con i suoi racconti. 

Un spettacolo quindi davvero unico che ha entusiasmato tutti i presenti. Uno scenario inoltre che aiutava a stimolare la fantasia, cioè quello della cattedrale romanica di Calvi Risorta.

Vi invitiamo quindi a partecipare al prossimo appuntamento organizzato dai ragazzi della Piccola Libreria 80mq per domenica 31 luglio, in cui Pierluigi Tortora, affiancato dall’attrice Brunella Spina, partendo da Pirandello per schizzare un ritratto del teatro, miscelando comico e drammatico, offre agli spettatori la vera essenza della grande arte teatrale che non è fine a sé stessa ma, forgiata a partire dalla realtà, aiuta a vederla con occhi diversi.



Le conclusioni di 80mq sul referendum abrogativo del 12 e 13 giugno

        

L’Italia ha detto NO a chi vuole trarre dei profitti dell’acqua, a chi preferisce il nucleare alle energie rinnovabili e a chi vuole creare una giustizia fatta di corsie preferenziali.

Il referendum votato ieri e oggi ha sancito tutto questo.Picture

Come Piccola Libreria 80mq, nell’affrontare le tematiche referendarie, abbiamo aderito al “Comitato Informativo Referendario Terra di Lavoro” perché siamo convinti che la tutela dei beni comuni, dell’ambiente e della giustizia debba partire prima dalla società civile. Per questo, insieme ad altre realtà del territorio, abbiamo costituito un comitato referendario che negli ultimi 2 mesi ha girato le strade e le piazze di tutta Terra di Lavoro per informare su cosa si andava a votare.

Quest’esperienza ci ha dimostrato che lavorare uniti dà risultati sbalorditivi. E’ di esempio l’affluenza al voto nei paesi dell’agrocaleno e in quelli in cui il C.I.R. ha agito; percentuali che si aggirano intorno al 60% (in una media provinciale del 50% e regionale del 52%).

Quest’esperienza ci ha insegnato che uniti siamo un treno in corsa.

Tutta la società civile oggi può festeggiare, sperando che in futuro sarà ancora possibile ricreare esperienze di questo tipo, allargando la nostra base anche a chi credeva che non saremmo stati capaci di raggiungere risultati così eccellenti.

Grazie a tutti,
l’Italia oggi ha dato prova di avere ancora una dignità da difendere.

PS: l’affluenza a Calvi Risorta ha sfiorato il 60%; un complimentone a tutti i caleni!



LIBrERiAZIONE – 2 anni in 80mq: Omaggio a Fabrizio De Andrè

        

Un “bagno di folla” quello di sabato sera alla Piccola Libreria 80mq, per l’omaggio a Fabrizio De Andrè, organizzato in copartecipazione con il gruppo “Mille Papaveri Rossi” di Calvi Risorta.
Nella ricorrenza del suo secondo compleanno lo staff della libreria ha presentato una due giorni dai risultati eccezionali: dapprima, il 29 Aprile, la presentazione del testo “Eccidi Nazisti – Pignataro Maggiore, Ottobre 1943” e successivamente l’omaggio al grande Fabrizio De Andrè previsto inizialmente per il 30 aprile ma a causa della pioggia rimandato a sabato 14 maggio. L’attesa non ha tradito le aspettative di una Calvi che sa entusiasmarsi sulle note di brani come “Bocca di rosa” o “Volta la carta” e apprezzare le letture del poeta Marco Palasciano tratte da “Antologie di Spoon River”.
Questo mix è stato indispensabile per la ottima riuscita della serata. Si ringrazia oltre al gruppo “Mille Papaveri Rossi” anche La Pro Loco Cales Novi per il sostegno e l’aiuto.
Alla serata erano presenti vari stand come Emergency e La Città Del Sole, e si è potuto degustare con la Formula “Taralluccio e Vino”, già lanciata dalla libreria nel corso del mercatino di natale, la birra “Cortemmanne” prodotta nel territorio caleno.

Picture



LIBrERiAZIONE – 2 anni in 80mq: presentazione “Eccidi Nazisti – Pignataro Maggiore Ottobre 1943 – Una comunità ferita si racconta”

        

Di importanza notevole si è rivelata la presentazione del testo “Eccidi Nazisti – Pignataro Maggiore ottobre 1943. Una comunità ferita si racconta“, andata in scena nella giornata di venerdì 29 aprile in occasione del II compleanno della Piccola Libreria 80mq di Calvi Risorta. 
Picture
Alla convention sono intervenuti, oltre all’autore del testo prof. Giovanni Borrelli, anche lo storico Felicio Corvese e il dottore di ricerca Giuseppe Angelone, che hanno curato rispettivamente la prefazione e un saggio all’interno del documento pubblicato lo scorso novembre dall’Associazione Culturale “La Città del Sole”. In apertura lo staff de “La Città del Sole” ha recitato le memorie raccolte dai testimoni, contenute in “Eccidi Nazisti”, ricuotendo sempre grande commozione tra i presenti. La “squadra” di relatori, che sta presentando l’importante libro su tutto il territorio giungendo già alla quarta presentazione, ha subito presentato gli avvenimenti accaduti a Pignataro Maggiore il 12 e il 14 ottobre del 1943: Borrelli ha esposto precisamente gli eventi che portarono e che si successero alle due stragi avvenute a Pignataro, perpetrate dai nazisti occupanti, eccidi quasi completamente dimenticati, se non nella memoria delle soggettività sopravvissute alla guerra; Giuseppe Angelone ha invece contestualizzato gli avvenimenti accaduti a Pignataro Maggiore in tutta la zona del Casertano, letteralmente martoriata dalla guerra; infine Felicio Corvese ha analizzato gli accadimenti da un punto di vista più generale, collegando sempre gli eventi di Pignataro con spunti nuovi ed interessanti. 
Una giornata importante per tutto il territorio caleno, anche e soprattutto in occasione della Festa della Liberazione del 25 aprile, celebrazione a cui la Piccola Libreria 80mq tiene molto e che continuerà a festeggiare, in modo originale e innovativo, opponendosi anche al revisionismo storico dilagante anche a livello locale. 
Ricordiamo, però, che la seconda giornata di festeggiamenti per il compleanno della libreria, rimandata causa maltempo, sarà sabato 14 maggio, con “L’omaggio a Fabrizio de André” e il concerto dei “Mille Papaveri Rossi”.


Presentazione del libro “Strozzateci tutti” (comunicato stampa)

        

Picture

Si è svolta ieri, domenica 6 febbraio, la presentazione del libro “Strozzateci Tutti”; un libro che nasce dall’unione di 23 scrittori, attivisti e ricercatori del sud che in 19 storie fanno una fotografia di quello che è lo scenario attuale in cui vive l’Italia intera, paese schiacciato dalla morsa delle criminalità organizzate. Il titolo è invece una risposta civile a Silvio Berlusconi che nel 2009 a Olbia dichiarò di voler “strozzare tutti quelli che parlano di mafia, rovinando l’immagine dell’Italia all’estero”.
Durante la presentazione ci si è soffermati pochissimo sulla coerenza delle parole del premier; si è voluti invece porre l’attenzione su quelle che sono le problematiche relative all’argomento “mafia, ‘ndrangheta e camorra in Italia”. 

Il primo ad intervenire è stato Nello Trocchia che ha esposto i modi con cui la ‘ndrangheta è riuscita ad infiltrarsi nelle istituzioni e nelle aziende del nord, realtà negata dall’apparato statale, in primis dal ministro degli Interni Maroni.

A seguire Gianni Solino ha raccontato le sue esperienze di vita a Casal di Principe, chiedendosi il perché tanti giovani rimangono affascinati da quella che è l’immagine del “camorrista”, tanto da sognare di diventare loro stessi “camorristi”, finendo però solo per aumentare le schiere di giovani morti nei nostri cimiteri.

Infine l’intervento di Emiliano di Marco che ha illustrato come sia palese l’infiltrazione di clan camorristici nella realtà imprenditoriale della provincia di Caserta e in particolar modo dell’Agrocaleno e dei territori Aurunci.

Da sottolineare anche l’ottima moderazione del giornalista Carlo Pascarella, che in apertura e a conclusione degli interventi ha tenuto a ricordare altri giornalisti che da sempre, come lui e come gli autori presenti in sala, lottano quotidianamente contro la camorra, rispondendone spesso a proprie spese.

Enorme anche la partecipazione di pubblico, a dimostrazione di come la società civile sia stufa di vivere passivamente di fronte ai soprusi dei clan camorristici che si spartiscono il potere sui nostri territori. 

Noi della Piccola Libreria 80mq e del Laboratorio 80mq ci teniamo a portare avanti questo percorso iniziato ora con la presentazione di “Strozzateci Tutti”, che non è un semplice libro, ma è un’arma nata da esperienze dal basso, importante per far conoscere e quindi contrastare il megapotere delle criminalità organizzate.





VAI ALLA PAGINA:   
«   
1   
2   
3   
4   
5   
6   
7   
8   
9   
10   
11   
12   
13   
14   
15   
16   
17   
18   
19   
20   
21   
22   
»  

Lascia un commento